Focus : Tumore al seno. Chirurgia conservativa, quadrantectomia.

Focus : Tumore al seno. Chirurgia conservativa, quadrantectomia.
La chirurgia conservativa (come anche la mastectomia) può includere anche l’asportazione dei linfonodi, la cosiddetta linfoadenectomia ascellare, essenziale per definire in modo più accurato lo stadio di avanzamento della malattia. E’ contestuale alla chirurgia del seno? Come si procede?
Pur essendo un intervento parziale e conservativo, la perdita di tessuto può lasciare comunque un risultato esteticamente non gradevole. In questi casi il chirurgo realizza l’oncoplastica, le tecniche tipiche di chirurgia plastica per ricostruire le parti di mammella interessate e correggere il difetto, magari anche nel corso dello stesso intervento di chirurgia, con risultati finali addirittura superiori a quello di un intervento estetico di mastoplastica riduttiva.
La Salus di Battipaglia è un delle strutture sanitarie accreditate dalla Regione nella ROC, la Rete Oncologica Campana. Allo stato quale è il grado dello scambio di informazioni che è l’obiettivo della ROC, quale giudizio esprimere sul management e sulla gestione dell’oncologia e del cancro che, lo ricordiamo, è la seconda causa di morte in Italia dopo le patologie cardiovascolari ? Alcune novità importanti negli ultimi tempi sono legate alla ROC, tra cui il Molecular Tumor Board, il gruppo multidisciplinare che lavora alle cause genetiche dei tumori, alla medicina personalizzata ed ai farmaci innovativi. E’ questa la nuova frontiera della lotta contro il cancro?
Di questo è di altro ci parlerà nel Focus il Dott. Flavio Volpe Responsabile della Chirurgia Senologica della “Casa di Cura “ Salus di Battipaglia.
Per vedere il video completo basta cliccare qui 👇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *